Alienum phaedrum torquatos nec eu, vis detraxit periculis ex, nihil expetendis in mei. Mei an pericula euripidis, hinc partem.
Omceo Udine: Viale Diaz, 30 - 33100 Udine - Tel. 0432 504122

Mmg: condanna per certificati di malattia “sulla parola”

Il fatto
La Procura regionale presso una sezione della Corte dei conti ha convenuto in giudizio un medico di medicina generale e un suo assistito, pubblico dipendente, già imputato e poi condannato per il reato di truffa aggravata nei confronti dello Stato collegato alla ripetuta presentazione di certificazioni prognostiche idonee al conferimento di congedo per malattia effettivamente ottenute negli stessi giorni in cui il lavoratore era impegnato a disputare competizioni calcistiche. 

Il diritto e l’esito del giudizio
La Corte dei Conti ha condannato sia il Mmg che l’assistito al risarcimento dei danni. I giudici hanno evidenziato che il sanitario con la propria condotta gravemente colposa ha agevolato la commissione dell’illecito doloso. I numerosi certificati predisposti, fondati spesso sulle mere dichiarazioni dell’assistito, evidenziano una grave negligenza nello svolgimento dell’attività medica tale da consentire al dipendente di assentarsi formalmente in maniera ineccepibile dal servizio con danno per l’Erario, non abbinando la certificazione della patologia ad esami strumentali avvaloranti sul piano oggettivo sintomi dichiarati dal paziente e fondati su meri dati soggettivi.