Alienum phaedrum torquatos nec eu, vis detraxit periculis ex, nihil expetendis in mei. Mei an pericula euripidis, hinc partem.
Omceo Udine: Viale Diaz, 30 - 33100 Udine - Tel. 0432 504122

Cassazione Penale  – Eventuale responsabilità della guardia medica che rifiuti di effettuare una visita domiciliare richiesta – Non risponde del reato di omissione di atti di ufficio (art. 328 c. p.) il medico che, durante il turno di servizio di guardia medica, anziché recarsi di persona a visitare al domicilio un paziente che lamenta problemi...

Risponde di omicidio colposo l’infermiere del pronto soccorso addetto al triage (iniziale valutazione  e attribuzione del codice e alla progressione numerica degli accessi alle cure) che pone in essere una condotta omissiva riguardo al monitoraggio delle variazioni delle condizioni del paziente, previsto dai protocolli di triage.   FATTO: . Il Tribunale di Milano dichiarava...

La mancanza di valido titolo abilitativo in capo al prestatore di lavoro, unitamente all'incertezza del tempo necessario per conseguirlo, o per adeguare quello posseduto alla mutata disciplina della professione sanitaria, radica l'interesse del datore alla risoluzione del contratto in forza dell'art. 1464 cod. civ. , dovendosi tenere conto del nesso tra il possesso di...

Decadenza dall'azione per mancata tempestiva denuncia dei lamentati vizi - L'autonomia ed il carattere materiale della applicazione della protesi, specie se provvisoria, non é il risultato di un contratto di complessa prestazione di opera professionale intellettuale (per il quale è esclusa la decadenza ex art. 2226 c.c. ), bensì l'oggetto della semplice prestazione, come...

Osserva il Collegio come l'art. 3, comma 1, della L. n. 401/2001, preveda che “i laureati in medicina e chirurgia iscritti al corso universitario di laurea prima del 31 dicembre 1991 e abilitati all'esercizio professionale sono ammessi a domanda in soprannumero ai corsi di formazione specifica in medicina generale di cui al decreto legislativo...

Inosservanza delle linee guida o pratiche terapeutiche mediche virtuose. Risponde di omicidio colposo il medico che dimette il paziente senza procedere ad una più approfondita valutazione dell’apparato cardiovascolare mediante l’esecuzione di esami elettrocardiografici e di controlli enzimatici ripetuti da effettuarsi nell’ambito del ricovero del paziente che, ove tempestivamente eseguiti, avrebbero consentito di diagnosticare la...

L’inversione dei quesiti, pur erroneamente effettuata, non può essere ritenuta radicalmente inficiante l’intera procedura in base alla dedotta violazione del principi di cd. “competenza specifica” proprio per essere le domande ab origine riferite comunque a materie che, ancorché inserite in tre Aree differenti, non avrebbero potuto che essere ricondotte a tutti i settori scientifico...

La libertà di scelta del medico di base è, con tutta evidenza, posizione strettamente inerente alla sfera giuridica del paziente; il diritto di azione spetta, dunque, esclusivamente al paziente che afferma di essere stato leso nella sua libertà di scelta del medico di fiducia e non già al medico di base.   FATTO:...

L’indagine radiologica deve essere qualificata come atto medico di esclusiva competenza dello specialista medico radiologo, cui va, pertanto, demandata la valutazione dell’esame in concreto sia per giustificare l’effettuazione dello stesso sia per valutarne l’utilità diagnostica. SENTENZA DEL TAR DI TRIESTE FATTO: Con ricorso proposto in forma collettiva, il Sindacato Nazionale Area Radiologica –...