Alienum phaedrum torquatos nec eu, vis detraxit periculis ex, nihil expetendis in mei. Mei an pericula euripidis, hinc partem.
Omceo Udine: Viale Diaz, 30 - 33100 Udine - Tel. 0432 504122

LA BORSA DI STUDIO NON FERMA IL MEDICO

D – Un contribuente, laureato in medicina nel 2006, ha effettuato dal 2007 al 2011 quattro anni di specializzazione in dermatologia presso un’azienda ospedaliera, percependo dalla università una

borsa di studio, esente da Irpef ai sensi dell’articolo 4 della legge 476/84.

Inizierà a breve la libera professione come medico specialistica, con il codice 862209.

Ferma restando l’esistenza di tutti gli altri requisiti oggettivi e soggettivi, il contribuente soddisfa anche il requisito di cui al comma 2, lettera b), dell’articolo 27 del Dl 98/2011?

 

R – Si ritiene che il contribuente possa accedere al nuovo regime dei minimi, di cui all’articolo 27 del Dl 98/2011. Anche volendo considerare la percezione della borsa di studio una fattispecie simile a quella di lavoro dipendente, resta il fatto che l’organizzazione della professione (beni strumentali, luogo di esercizio, clientela) è diversa rispetto all’attività svolta presso l’azienda ospedaliera, e ciò,anche alla luce della circolare 8 del 26 gennaio 2001, configura gli estremi della nuova attività a tutti gli effetti.